REDAELLI – B CODE

Opere di Michele e Giordano Redaelli

Mostra a cura di Francesca Bianucci e Chiara Cinelli

23 giugno – 1° luglio 2018

Inaugurazione 23 giugno ore 17

Superficie rossa, 2017
Smalto su tela

La mostra “Redaelli – B Code” è una selezione di opere frutto di una ricerca artistica nata dal confronto tra l’artista Giordano Redaelli, già noto per la sua Packaging Art, e il figlio Michele ingegnere. Dal confronto delle loro idee ed esperienze, prende forma l’elaborazione di un linguaggio artistico che traspone, nel lessico proprio dell’arte, il codice binario, ovvero il sistema numerico che fonda il linguaggio informatico e la cui invenzione è da considerarsi fra le più importanti rivoluzioni dell’era contemporanea.

Formato da due soli simboli – 0 e 1 – il codice binario rappresenta l’alfabeto matematico alla base dei computer e, più in generale, dell’informazione digitale. Nelle opere in mostra, il codice binario si traduce nell’alternarsi ritmico dei due simboli numerici su tele monocrome che si caratterizzano per una radicale purezza formale esaltata dall’uso del colore.

Sul piano estetico, i due autori traducono la polarità espressa dal codice binario, elaborando un linguaggio astratto improntato all’essenzialità visiva e al rigore.

Il percorso espositivo offre, infine, un ulteriore piano di lettura: l’organizzazione delle sequenze di 0 e 1 all’interno delle opere non è, infatti, casuale ma corrisponde a un significato letterale che si nasconde dietro i segni numerici. Alcune opere, attraverso il codice binario, traducono su tela pensieri di filosofi come Aristotele, di santi come Madre Teresa, di scienziati come Albert Einstein

 

 

Michele Redaelli è nato a Lecco nel 1985. Ha compiuto gli studi in ambito scientifico laureandosi a Vienna e nel settore economico a Londra, intervallati da un’attività professionale a Maribor in Slovenia. Si è avvicinato al mondo dell’arte fin da piccolo grazie alla passione del padre. Dal confronto con quest’ultimo elabora un linguaggio artistico che celebra il computer, da lui considerata una delle tecnologie più significative nella storia dell’umanità.

Giordano Redaelli vive a Molteno (Lecco) e alterna la propria attività tra la Brianza e Milano. Si è formato a Milano presso la Scuola Grafica Salesiana e la Scuola Superiore d’Arte del Castello dove si è diplomato in grafica pubblicitaria e arti visive. Ha lavorato come impaginatore grafico e successivamente come Art Director della rivista settimanale TV Sorrisi e Canzoni. A Milano ha fondato lo studio grafico Giordano Redaelli e a Giussano una società di comunicazione, Methodus, che opera principalmente nell’ambito dell’arredamento. Dal 1998, l’esperienza acquisita nel settore della grafica e del packaging getta le fondamenta per un’inedita esplorazione nell’arte contemporanea, grazie all’utilizzo delle confezioni di diversi prodotti di consumo. Dal 2009 espone in importanti città italiane e straniere come Milano, Torino, Roma, Barcellona, Berlino, Lugano, Parigi. Con il figlio Michele, dal 2016, sviluppa la visualizzazione artistica del codice binario.

 

http://www.giordanoredaelli.net/

Redaelli B-Code
Share

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi