Inv. 97, 95, 96

Provengono dalla Cattedrale, questi cofanetti che si ritiene da riconoscere nel gruppo di cinque elencati in un inventario del 1537. Ma essi, realizzati dagli arabi al tempo in cui dominavano nell’Europa meridionale, sono molto più antichi. Quello in alto, impreziosito su ogni faccia da cornici a grifoni intagliati e dipinti, è uno straordinario manufatto di bottega spagnola dell’XI secolo. Gli altri due, di poco posteriori, si ritiene provengano dalla Sicilia; il maggiore è eccezionale per le sue dimensioni. Non è dato conoscere come le tre cassette siano pervenute a Mantova; si sa che in Cattedrale contenevano reliquie: quella più antica, il camice del Venerabile Francesco Gonzaga, titolare del Museo; quella più piccola, le ceneri di San Celestino I papa, il cui corpo andò bruciato in un incendio del 1545.

Tre cofanetti arabi
Share

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi