Pergamena e ceralacca; sec. XV e XVI

Dall’Archivio Storico Diocesano. Inv. 122 e 123

I due documenti basterebbero ad attestare la raffinata cultura dei componenti la casata signorile.

La pergamena di destra, scritta in caratteri ancora gotici, presenta una bolla del cardinale Francesco Gonzaga, vescovo di Mantova (1466-1483), noto anche per essere stato ritratto da Andrea Mantegna nella cosiddetta Camera degli sposi. E lo stile suggerisce di attribuire a Mantegna anche il sigillo, di cui la pergamena mantiene l’impronta. La raffigurazione presenta, al di sopra dello stemma Gonzaga con galero cardinalizio, entro un tempietto rinascimentale la Madonna col Bambino affiancata dai santi Benedetto e Bernardino da Siena.

La pergamena di sinistra presenta una bolla del cardinale Ercole, vescovo di Mantova (1521-1563), per vent’anni reggente del ducato e ultimo presidente del Concilio di Trento. Il suo sigillo fu realizzato da Benvenuto Cellini nel 1528; come si vede nell’impronta, sopra il galero cardinalizio è raffigurata la Vergine assunta in cielo, con gli apostoli in terra che costatano vuoto il suo sepolcro.

Due bolle con sigillo
Share

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi