Anti-biblioteca

Saletta del Preziosissimo

Sono qui riunite opere relative alla reliquia denominata Preziosissimo Sangue di Nostro Signore Gesù Cristo, venerata nella basilica di Sant’Andrea. Essa presenta, entro due reliquiari di cristallo e oro detti Sacri Vasi, grumi di terra imbevuta di sangue, che secondo tradizione sarebbe stata raccolta ai piedi della Croce e portata a Mantova da Longino, il soldato che trafisse il costato di Gesù. I Sacri Vasi raffigurati nelle opere qui raccolte presentano le forme antiche, quella in uso sin verso il 1540 e quella più raffinata attribuita a Benvenuto Cellini.

Ritrovamento della reliquia
Argento sbalzato e cesellato, sec. XVII
Inv.  164. Dalla basilica di Sant’Andrea

L’imponente targa riproduce, con qualche adattamento, l’affresco ideato da Giulio Romano e realizzato da Rinaldo Mantovano nella cappella di San Longino.

Cappella di San Longino nella basilica di Sant'Andrea.
Cappella di San Longino nella basilica di Sant’Andrea.

Vi è raffigurato il secondo ritrovamento della reliquia, avvenuto nell’anno 1048 alla presenza di numerosi fedeli, tra i quali si distinguono il semicieco beato Adalberto (il destinatario delle rivelazioni dell’apostolo Andrea circa l’ubicazione della reliquia), l’allora vescovo di Mantova Marciano degli Allegri, nonché la marchesa Beatrice di Canossa (madre della futura  “grancontessa” Matilde), presentata in abiti sontuosi e atteggiamento devoto. In primo piano lo scavo, da cui emergono i reliquiari.

[:en] 164 – Sezione QR Vai ai contenuti

Menu principale:

 

164

Home Page | Mappa generale del sito Torna ai contenuti | Torna al menu

Saletta del Preziosissimo
Share

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi